VINO, itaiano, vini, come fare il vino, VINOSTORE.it il sito del vino dalla A alla Z, il vino dalla storia alla tavola, schede vini docg , doc, VINO, VINI d'italia, italiani, vinificazione, vinificazioni,abbinamento vino cibo, abbinamento cibo vino, spumante, sagre e fiere, glossario del vino, abbinamenti enogastronomici, scelta dei bicchieri vino, come servire il vino, turismo del vino, i vitigni italiani, vitigni d'italia, degustazioni, vino e cibo, citta' del vino, viticoltura, enoteca, fare il vino, La vite, Cos'è il vino, Mosto e vino, Vinificazioni, Evoluzione del vino, Conservazione del vino, profumi vino, vini speciali, Le città del vino, enoturismo, Mappe enologiche, vini doc Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania doc, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna doc, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto doc, vino qualita prezzo, vini docg
scrivici una mailScrivici vai alla home page di vino store, il sito del vino dalla a alla z, abbinamenti enogastronomici, vino cibohome Clicca sulla mappa e scopri i Vini italiani...
 VINO CHE PASSIONE
 Crea il tuo vino
 Cos'è il vino
 La vite
 Vinificazioni
 Mosto e vino
 Evoluzione del vino
 Stabilizzazione
 Conservazione del vino
 I vini speciali
 Il Glossario del vino
 Vitigni coltivati in Italia,  autoctoni e non

 VINO IN TAVOLA
 Apparecchiare la tavola
 Il vino in tavola
 Il giusto bicchiere
 Abbinamento vino cibo

 APPROFONDIMENTI
 Approfondimenti e News

 ENOTURISMO
 Le città del vino
 Mappe enologiche
 Agriturismo
 Sagre Fiere Manifest.ni

 CONTATTI
 info@vinostore.it
 Critiche o complimenti ?

 LINK
 Siti amici

Malattie e difesa della vite>>>

Molti appassionati e frequentatori di www.vinostore.it fanno il vino e coltivano la vite, per questo mi è sembrato giusto proporvi dei volumi, che possono essere richiesti gratuitamente, editi dall’Istituto Agrario di San Michele all’Adige e curati dal centro di ricerca SafeCrop.

Tratta delle Malattie della vite ed è composto da un carnet di pubblicazioni utili per l’agricoltore nell’ambito della difesa delle colture.
L'istituto promuove e divulga i risultati delle sue attività di sperimentazione per mezzo di pubblicazioni gratuite dedicate all’imprenditore agricolo e al personale tecnico.
I libretti presentano gli ultimi aggiornamenti sulla biologia ed epidemiologia di vari patogeni che interessano la vite, le strategie a basso impatto impiegabili in agricoltura biologica e i risultati di alcune sperimentazioni effettuate in Trentino e in altre regioni italiane. Nelle pubblicazioni, la trattazione degli argomenti è semplice, di piacevole lettura, corredata da numerose foto e grafici che meglio aiutano a comprendere i concetti. Una bibliografia esaustiva al termine del volume aiuta nella ricerca di informazioni anche coloro che volessero approfondire maggiormente le proprie conoscenze sull’argomento. I libretti possono essere un valido sussidio didattico anche per studenti, delle scuole superiori e dell’università, che volessero ampliare il loro livello di conoscenza riguardo a queste importanti malattie.


DDESCRIZIONE DELLE SINGOLE PUBBLICAZIONI
L’oidio della vite
L'oidio della vite, conosciuto anche con il nome di "mal bianco", è normalmente presente nei vigneti della penisola italiana, ma causa problemi soprattutto nell'Italia Meridionale ed Insulare.
Negli ultimi anni, però, ha subito un forte incremento anche nell’Italia settentrionale destando, in certe annate, maggior preoccupazione della peronospora, considerata tradizionalmente la malattia più frequente nei vigneti del nord. L'oidio, al pari della peronospora, può avere un impatto disastroso sulla produzione viticola, sia in termini quantitativi, sia qualitativi. I danni sono dovuti principalmente alle caratteristiche biologiche del fungo che lo rendono, da un lato poco dipendente dalle condizioni climatiche e dall'altro gli conferiscono un'elevata capacità di moltiplicazione e diffusione rendendo impegnativa la difesa contro la malattia. Il libro, curato dagli autori Dario Angeli e Ilaria Pertot, nasce con l'obiettivo primario di riassumere preziose informazioni per l'agricoltore sui diversi aspetti relativi alla malattia. In particolare sono trattati aspetti utili a pianificare una corretta gestione dell'oidio, come la biologia del patogeno, le modalità di manifestazione e di sviluppo della malattia, gli agrofarmaci ed i mezzi tecnici disponibili e sono presentate le ultime novità dalla ricerca effettuata dal Centro SafeCrop dell'Istituto Agrario di San Michele all'Adige.

Il mal dell’esca della vite
Il mal dell’esca della vite è una sindrome dovuta all’azione di vari funghi, che attaccano il legno della pianta ospite e provocano importanti danni al vigneto. La malattia è attualmente diffusa in gran parte delle aree viticole mondiali, causando notevoli perdite economiche. In passato questa malattia sembrava colpire solo i vigneti più vecchi, ma negli ultimi anni la sua presenza è aumentata in modo preoccupante, soprattutto negli impianti giovani.
Il volume "Il mal dell'esca della vite", curato dalle autrici Lorenza Michelon, Chiara Pellegrini ed Ilaria Pertot, ha l'obiettivo di fornire al viticoltore informazioni e suggerimenti per riconoscere in tempo la malattia e, in mancanza di un efficace fungicida, attuare misure di tipo profilattico al fine di impedirne un'eventuale diffusione in campo.
Il libretto nasce dall’esperienza acquisita dal Centro SafeCrop nel corso del progetto di ricerca interregionale MESVIT, progetto finanziato dal Ministero per le politiche agricole e forestali attraverso l’A.R.S.I.A. (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione nel Settore Agricolo-forestale della Regione Toscana). Al progetto collaborano diverse unità di ricerca, distribuite su tutto il territorio italiano (14 Regioni e la Provincia Autonoma di Trento) per fornire una risposta alle numerose domande ancora aperte sullo sviluppo della malattia, per approntare protocolli di diagnosi precoce e per sviluppare strategie di difesa efficaci ed a basso impatto ambientale.

I marciumi radicali della vite
I marciumi radicali della vite sono una sindrome patologica dovuta all’attività di microrganismi fungini che attaccano le radici delle piante, provocando un progressivo deperimento dell’ospite, fino alla sua inevitabile morte.
I patogeni responsabili di questi danni in Trentino, come in altre regioni italiane, sono principalmente Armillaria mellea nota come chiodino, fungo della ciocca o famigliola buona, Rosellinia necatrix, nota invece con il nome comune di marciume lanoso e Roesleria hypogaea.
La lotta a questo tipo di patogeni è molto complessa e di difficile attuazione a causa della modalità di infezione e di diffusione, della lunga persistenza nel terreno e dell’assenza di principi attivi chimici efficaci, che possano agire in maniera diretta e definitiva.
Le sole misure di lotta attuabili possono essere di tipo profilattico, in riferimento soprattutto alla gestione dei nuovi impianti. È necessario quindi controllare spesso lo stato di salute delle piante ed eliminare prontamente i casi infetti.
Il volume “I marciumi radicali della vite”, curato dagli autori Federica De Luca, Daniele Prodorutti, ed Ilaria Pertot, tratta la problematica di questi patogeni che colpiscono le radici della vite.
Il libretto è nato dall’ esperienza acquisita nel corso del progetto AGRIBIO, finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, che si propone di fornire a tecnici ed agricoltori gli adeguati strumenti conoscitivi per una corretta prevenzione e gestione di queste malattie.

La peronospora della vite
La peronospora è una delle più gravi patologie della vite europea (Vitis vinifera). Fu segnalata per la prima volta in Europa nel 1878, dove probabilmente fu importata dall’America attraverso il materiale di propagazione resistente alla fillossera.
Plasmopara viticola, l’oomicete agente causale della malattia, penetra nei tessuti dell’ospite attraverso le aperture stomatiche e colpisce quindi tutti gli organi erbacei della vite su cui sono presenti gli stomi. Gli attacchi ai grappoli possono portare ad una consistente perdita di produzione, mentre i danni alle foglie determinano anche una perdita di qualità dovuta ad una riduzione dell’attività fotosintetica e quindi dell’accumulo di zuccheri ed aromi.
Il volume “La peronospora della vite”, curato dagli autori Ilaria Pertot, Davide Gobbin, Silvia Dagostin, Alessandro Ferrari e Cesare Gessler, descrive alcune recenti acquisizioni nella conoscenza del ciclo biologico del patogeno, riporta una chiara descrizione di come gestire l’uso del rame per non superare le soglie massime ammesse dall’Unione Europea, elenca le alternative al rame presenti attualmente sul mercato, con i loro limiti nell’efficacia e presenta alcuni risultati di prodotti sperimentali innovativi, che potrebbero rappresentare le future alternative al rame.
L’approfondimento della conoscenza sui meccanismi naturali, che regolano il rapporto fra le popolazioni del patogeno e l’agro-ecosistema e lo sviluppo di strategie innovative e metodi di difesa, potranno fornire degli strumenti aggiuntivi per l’ottenimento di una viticoltura di sempre maggiore qualità.
Questo libro ha l’obiettivo di fornire conoscenze tecniche per aiutare l’agricoltore nella scelta delle strategie ottimali nella difesa contro la peronospora nel vigneto biologico e nel contempo di presentare ricerche, innovazioni ed esperienze frutto di diverse attività effettuate presso l’Istituto agrario di S. Michele all’Adige dall’Unità di Difesa delle colture e selezione sanitaria e dal Centro SafeCrop.

COME OTTENERE LE PUBBLICAZIONI
Le pubblicazioni sono disponibili gratuitamente presso il Centro SafeCrop, Istituto Agrario di S. Michele all'Adige oppure compilando il modulo di richiesta, scaricabile dal sito di SafeCrop, indicando quali pubblicazioni si desiderano e inviandola, assieme al corrispondente francobollo di posta prioritaria per i costi di spedizione, al Centro SafeCrop, Istituto Agrario di S. Michele all'Adige, via Mach 1, S. Michele all'Adige (TN) 38010.

Se hai diffocltà chiedici aiuto !
ciao


VINO store su facebook, vinoSeguici anche su facebook

 VINI DOCG DOC ITALIA
vino vini docg e doc della Sicilia vino vini docg e doc della Sardegna vino vini docg e doc della Calabria vino vini docg e doc della Basilicata vino vini docg e doc della Puglia vino vini docg e doc della Campania i vini doc del Molise i vini doc dell' Abruzzo i vini doc del Lazio i vini doc dell'Umbria i vini doc delle Marche vino vini docg e doc della Toscana i vini doc dell Emilia Romagna vino vini docg e doc della Liguria i vini doc del Friuli Venezia Giulia i vini doc del Veneto i vini doc del Trentino Alto Adige vino vini docg e doc della Lombardia i vini doc del Piemonte vino vini docg e doc della Valle d'Aosta
LE DOCG ITALIANE
DOC Abruzzo
DOC Basilicata
DOC Calabria
DOC Campania
DOC Emilia Romagna
DOC Friuli Venezia Giulia
DOC Lazio
DOC Liguria
DOC Lombardia
DOC Marche
DOC Molise
DOC Piemonte
DOC Puglia
DOC Sardegna
DOC Sicilia
DOC Toscana
DOC Trentino Alto Adige
DOC Umbria
DOC Valle d'Aosta
DOC Veneto



Inserisci la tua mail per essere avvisato delle novità di VinoStore.it
Nome   E-mail


Ricerca personalizzata
[ vinostore.it, il vino dalla A alla Z ! © 2000-2014 ]